Marco Pariani - 323 (middle bed)

 

Marco Pariani - 323 (middle bed), 2015
Tecnica mista su tela - 150 x 200 cm

Foto di Mauro Ranzani

 

 

 

Marco Pariani osserva. Osserva l’umanità che lo circonda, con i suoi vizi e le sue virtù. Osserva la mediocrità e le dinamiche sociali. Marco vede questa grande kermesse che è la vita di tutti i giorni come un grande circo.  Il letto di Pariani rientra dunque in questa visione, è parte del grande affresco della commedia umana messo in scena dall’artista. Il luogo del privato, dell’intimità per eccellenza è esso stesso codificato in luoghi comuni, circoscritto in una maglia strettissima di tabù e di non detti, di doveri e di necessità. Con il suo bel cuscino a fiori, magari scelto in tinta con l’armadio o con il quadro appeso alla parete, con la sua struttura rassicurante e il copriletto tono su tono, perché i dettagli contano… il letto è uno dei tanti personaggi del nostro circo. Un simbolo, dunque, un nuovo oggetto del quotidiano reinterpretato dallo sguardo dell’artista, un altro tassello di quel piccolo-grande mondo che Pariani definisce il “suo circo” ma che in realtà appartiene davvero a tutti noi, al nostro quotidiano, alla nostra spesso mediocre esistenza.