Mr. Wany - The Uncatchable, 2015

 

Mr. Wany - The Uncatchable, 2015
Spray ironlak, marker posca e colore acrilico
su materasso Tempur - 140 x 190 cm

Foto di Mauro Ranzani

 

 

 

Mr. Wany elabora uno scenario post-atomico, spesso popolato da una umanità mista (di razze e di metalli), dove l’Oriente fisiognomico diventa l’Oriente fantastico dei manga. È la riproposizione dell’esotismo misterioso, così come si può formulare in un mondo dove non esistono più “posti esotici”. (Marco Meneguzzo) Con un’opera come Uncatchable, Mr. Wany recupera un linguaggio già noto al mondo dell’arte ma lo fa proponendo un ribaltamento di prospettiva. La “tela” di Uncatchable è un comune materasso, un oggetto che dal mondo reale rimanda direttamente alla dimensione del sonno, del sogno e dell’abbandono. Utilizzando come base un oggetto così comune e noto a tutti noi, il mondo dell’artista si manifesta non attraverso segni o azioni astratte, ma tramite figure, cartoon, immagini stranianti, ma nello stesso tempo riconoscibili, che mescolano reale e fantastico, quotidiano e onirico, qui e altrove. L’opera moltiplica allora i livelli di lettura, sovrapponendo a un supporto legato al reale, che rimanda però concettualmente al mondo del sogno, un linguaggio che, nella sua dimensione fantastica, rievoca e riporta inevitabilmente al suo interno elementi del reale.