Andrea Cereda - Convivenze

 

Andrea Cereda - Convivenze, 2015
Lamiera e filo di ferro 150 x 200 cm

Foto di Mauro Ranzani

 

 

 

 

Vulcanico, cerebrale, lucidissimo nel suo disarmante spirito critico, Andrea Cereda è approdato all’arte passando da una lunga esperienza nel mondo della pubblicità e di quel mestiere egli conserva l’attitudine per il concetto forte, l’immagine efficace e il messaggio chiaro.  Le suture in metallo che, fin dai primi lavori, tengono faticosamente insieme i pezzi di ferro (o addirittura di materiali diversi) raccontano un percorso tutto personale. Forzatamente cucite fra loro, le lamiere di Andrea narrano la difficoltà delle convivenze che la vita ci propone o ci impone.Il suo letto segna un ritorno alle opere più aspre, caratterizzate da una materia molto presente, potentemente espressiva. Un copriletto in ferro arrugginito – immagine di un mondo intimo ma non privo di spigoli e abrasioni – dialoga con i poetici mondi sospesi di un libro, nelle cui pagine possiamo immaginare ciò che vogliamo, ciò che vorremo sentirci raccontare prima di addormentarci.

IL MAKING OF DELL'OPERA